home, Moda — 21 giugno 2016 at 12:46

Polimoda Talents. Ecco i vincitori del premio Best Collection 2016

by

Conclusione non convenzionale per il Polimoda Fashion Show, con due designer che si sono aggiudicati gli stessi voti della Giuria e, quindi, due vincitori per il titolo di Best Collection for 2016.
La Giuria, composta da undici esperti internazionali dal mondo della moda – Suzy Menkes, Hirofumi Kurino, Guram Gvasalia, Massimiliano Giornetti, Scott Schuman, Alexander Shumsky, Laudomia Pucci, Riccardo Vannetti, Brendan Cannon, Linda Loppa e Danilo Venturi – ha assegnato il proprio voto al termine della sfilata che si è tenuta la sera del 14 giugno nella suggestiva cornice di Palazzo Strozzi.

La Giuria Internazionale

La Giuria Internazionale

Siamo quindi lieti di annunciare che, tra i venti designer che hanno presentato le proprie creazioni in passerella, sia Mirco Arena che Federico Cina si aggiudicano il titolo di Best Collection for 2016. Entrambi hanno realizzato una collezione menswear composta da cinque look, calzante celebrazione della moda maschile in occasione di Pitti Uomo #90 e, soprattutto, nuova linfa per l’abbigliamento e l’identità dell’uomo. Menzione speciale è andata inoltre a Ryota Sakai, la cui collezione donna ha colpito la giuria per la ricercatezza e la qualità dei suoi capi.

Federico Cina

Federico Cina

Ricca di creatività la collezione di Mirco Arena intitolata Dethroned Love, regale e allo stesso tempo ascetica: fredde sfumature decorano la collezione in bianco, nudo e trasparenze, come acqua che si cristallizza per trasformarsi in ghiaccio. Materiali plastici intessuti in strutture geometriche per ricreare la fragilità dei fiocchi di neve. Il processo di cristallizzazione parla al cuore di Mirco Arena e alla sua costante lotta tra passione e razionalità. L’idea si fonde con l’ispirazione tratta dai Sami, tribù indigena dalla Norvegia: ricami raffiguranti teschi umani rappresentano i rituali di buon auspicio e l’atmosfera gelida della collezione, in una fusione introspettiva di mente e cuore.

Mirco Arena

Mirco Arena

Con la collezione Come una Vita viene al Mondo Federico Cina vuole sottolineare l’importanza fondamentale del diritto alla famiglia. I tiralatte inseriti nei capi maschili, dal vago richiamo all’abbigliamento militare, destrutturato, stereotipo classico dell’universo maschile, raccontano la storia di un individuo che si occupa del proprio figlio, nel tentativo di normalizzare una situazione ancora ritenuta anormale da parte della società più conservatrice. Per Federico, la moda si fa portatrice anche di un messaggio sociale, di una realtà che lo riguarda da vicino, un sogno che spera possa diventare reale.

Ryota Sakai

Ryota Sakai

Anche la collezione di Ryota Sakai, Kami, ha decisamente colpito i giurati, meritando una menzione speciale, con il suo mix di romanticismo, innovazione e raffinatezza tecnica. La collezione si ispira a quella che il designer immagina essere la vita quotidiana di un lottatore di sumo. Strutture sartoriali dai grandi volumi sono montate sui capi, in contrasto con i corpi atletici e senza peso delle modelle: sotto la loro enorme mole, anche i lottatori di sumo sono fatti di ossa. Il tutto si fonde, tramite stampe digitali coloratissime, con il Festival Tiji del Nepal, che celebra il ritorno della primavera, per esplorare la vita esteriore e interiore nella sua forma più fondamentale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Google+ Comments

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Bad Behavior has blocked 244 access attempts in the last 7 days.