home, Trends — 20 marzo 2016 at 18:18

La primavera secondo Marco De Vincenzo e Arthur Arbesser

by

Finalmente, dopo mesi di letargo, è tornata! La natura (o per lo meno quel poco che ne rimane) si risveglia con un suo bacio: signori e signore, ecco a voi Miss Spring, meglio conosciuta dalle nostre parti come “Primavera”. Certo scrivere questo articolo con il sole che illumina lo schermo del PC è un tantino fastidioso. Che poi che ci sarà di così bello che tutti aspettano con ansia questa stagione? Saranno forse i fiori che sbocciano? Non la penseranno così tutti quelli con antistaminico in mano pronti ad affrontare mesi di starnuti e allergie. Allora le giornate che diventano più lunghe con il ritorno dell’ora legale? In effetti è bello guardare il  mondo illuminato dalla finestra dell’ufficio! Le temperature che si alzano? Tutto sommato, tra sudate sotto il sole e colpi d’aria all’ombra, solo l’89% della popolazione si becca una bella influenza in questo periodo. Ma allora, cosa ci sarà di tanto meraviglioso in questa stagione da farle meritare l’aggettivo “bella”? Ma è ovvio: il cambio del guardaroba!

Una brezza profumata di novità investe i nostri armadi e li carica di colori, fantasie e accessori di tendenza. Qui trovate alcune delle tendenze più cool per risplendere nella bella stagione. Seguendo i nostri consigli, la cosa più bella della primavera sarà il vostro look. Come sapete, tra i trend della prossima stagione abbiamo visto un ritorno di grandi classici, affiancato da mood innovativi ed eccentrici. Tra i primi ecco emergere il denim, le righe, le stampe floreali e il total white. Tra i secondi, invece, vi sono le reti, un neo romanticismo tra trasparenze e lingerie, una nuova visione di stampe anni ’70, con mise talvolta arricchite da ruches o frange, e l’utilizzo di tessuti scintillanti.

Due brand che sono sicuramente riusciti a contaminare armoniosamente tutte le tendenze sopra elencate sono stati Marco De Vincenzo e Arthur Arbesser. Chi si sta accingendo proprio adesso a sostituire maglioni di lana, giubbotti e calzamaglie con capi di stagione, può ispirarsi proprio alle collezioni SS 2016 di queste due maison. Volete esempi pratici? Eccovi accontentati!

Partiamo dal total white. Niente di più semplice. Il bianco è il “non colore” per eccellenza durante i mesi caldi. In versione total, però, è solo per le donne sicure di sé e very chic. Marco De Vincenzo, stilista siculo che vanta nella sua esperienza anni di collaborazione con Fendi, propone una collezione fresca e interessante per la primavera. Per lui il total white non significa “semplicità”. Così eccolo ricoprire con mini frange l’intero abito. Il tocco in più? Gli accessori con colori a contrasto.

de Vincenzo total white

Marco De Vincenzo, Collezione SS 2016, pagina ufficiale Facebook. Trend: Total white.

Nelle sfilate primavera/estate 2016 le righe hanno letteralmente contaminato il fashion system, contagiando come un virus letale le collezioni di molti brand. Se ne sono viste di ogni forma e colore: larghe, strette, fitte, sofisticate, sottili, colorate, bianche e nere, irregolari, oblique. Un trend, questo, che ormai è una certezza e torna a riproporsi ogni anno sulle passerelle senza perdere il suo spirito cool. Marco De Vincenzo le vede colorful e dai confini sfumati. Da abbinare con fantasie a contrasto.

De Vincenzo righe

Marco De Vincenzo, Collezione SS 2016, pagina ufficiale Facebook. Trend: Righe.

Classico primaverile è poi il floreale. Fiori stampati, ricamati, patchwork tra lo stile hippie e la vestaglia della nonna, fiori in 3D… insomma, c’è solo l’imbarazzo della scelta. I fiori si adattano a look romantici, vintage, contemporanei: altro che banali! Per il brand siculo le stampe sono orientaleggianti e i colori luminosi.

De vincenzo Floreale

Marco De Vincenzo, Collezione SS 2016, pagina ufficiale Facebook. Trend: Floreale.

Sicuramente una delle tendenze più caratteristiche di quest’anno, tuttavia, sono le reti. Quel vedo-non-vedo è assolutamente sensuale. Ma parliamo di una sensualità diversa, quasi ironica. Sembra che chi indossi capi del genere sia artefice di un gioco intrigante. Tessuti che sembrano quasi futuristici, ironici, ma che in realtà celano la consapevolezza che con una rete è possibile catturare gli sguardi più curiosi, ammaliandoli con un fascino che resta da femme fatale. De Vincenzo si apre anche a questa nuova frontiera. Anzi fa di più: la estremizza nel suo lato più artistico e contemporaneo.

De Vincenzo Rete

Marco De Vincenzo, Collezione SS 2016, pagina ufficiale Facebook. Trend: Rete.

Quando le luci si spengono, attirate l’attenzione con mise scintillanti. Al via paillettes, brillantini e tessuti metallizzati: accenderanno le vostre notti brave. Dai mini ai long dress, dai gilet ai panta-palazzo, dalle borse alle scarpe…  capi e accessori vi faranno risplendere nelle serate primaverili ed estive. Il tocco in più di Marco De Vincenzo? Dare al look un’aria vintage.

Marco De Vincenzo, Collezione SS 2016, pagina ufficiale Facebook. Trend: Scintillante.

Marco De Vincenzo, Collezione SS 2016, pagina ufficiale Facebook. Trend: Scintillante.

Per quanto riguarda la collezione Primavera/Estate di Arthur Arbesser, lo stilista riesce ad andare oltre alle tendenze. Come? Mescolandole! E così la rete si intreccia al floreale, il total white è “sporcato” da stampe impercettibili, le righe sono disegnate su tessuti a rete… Una femminilità sobria, nuova, che ama sperimentare e che ruba capi e accessori dal guardaroba dei maschietti.

Arthur Arbesser, Collezione SS 2016. Credit: Vogue.it

Arthur Arbesser, Collezione SS 2016. Credit: Vogue.it

Arthur Arbesser, Collezione SS 2016. Credit: Vogue.it

Arthur Arbesser, Collezione SS 2016. Credit: Vogue.it

Arthur Arbesser, Collezione SS 2016. Credit: Vogue.it

Arthur Arbesser, Collezione SS 2016. Credit: Vogue.it

Insomma, le tendenze per la bella stagione appena cominciata sono molte e variegate. Una cosa però è certa: dopo mesi di oscurità, diciamo che siamo tutti un po’ saturi del grigio e delle sue cinquanta sfumature. Meglio optare per un’esplosione di colori! Da un lato abbiamo tonalità vivaci, accostate nei più eccentrici abbinamenti. Un modo infallibile per non passare inosservati. Dall’altro, invece, abbiamo le nuance pastello, che fanno riscoprire un nuovo romanticismo. I colori al top? Come dice Pantone, l’oracolo del colore, sono il rosa quarzo e il blu serenity.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Google+ Comments

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Bad Behavior has blocked 495 access attempts in the last 7 days.