Fashion Business — 7 novembre 2015 at 16:53

Fendi e Roma. Un amore lungo quasi un secolo in un nuovo headquarter

by

«Un popolo di poeti, di artisti, di eroi, di santi, di pensatori, di scienziati, di navigatori, di trasmigratori». Queste parole, scolpite sulla sommità del Palazzo della Civiltà a Roma, rappresentano lo spirito italiano e quello di Fendi, la maison che da 90 anni rappresenta il made in Italy nel mondo.

 

Fendi Headquarter Opening 1920x1080 1

Photo Courtesy Fendi.com

La forza del marchio sta nell’equilibrio tra innovazione e tradizione e in un fortissimo legame con la città eterna, dove poche settimane fa è stato inaugurato il nuovo headquarter. Nel luglio 2013 Bernard Arnault, alla guida del gruppo Lvmh proprietario di Fendi, ha reso noto un accordo con Eur Spa per la gestione del Palazzo della Civiltà. Detto anche “il colosseo quadrato”, l’edificio d’impronta fascista è stato costruito negli anni ’30 in previsione dell’Esposizione Universale del 1942 (poi annullata a causa della guerra). Da allora domina il quartiere dell’Eur, con i suoi archi e le sue 28 statue che rappresentano le arti del popolo italiano. L’artigianato e la filosofia, la stampa e il commercio, la medicina, la creatività.

Non solo moda, quindi, nel nuovo quartier generale di Fendi: al piano terra un grande spazio espositivo ospiterà mostre e performance. La prima è stata inaugurata lo scorso 23 ottobre, si intitola Una Nuova Roma. L’Eur e il Palazzo della Civiltà Italiana ed è realizzata in collaborazione con l’Assessorato della Cultura e dello Sport di Roma – Sovraintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Protagonista è proprio il Palazzo della Civiltà, luogo al contempo storico e magico. In esposizione gratuita fino al 17 marzo 2016, disegni, schizzi e studi dei grandi architetti del Novecento, oggetti di design, opere d’arte, fotografie di Karl Lagerfeld e di colleghi illustri come Gabriele BasilicoFabrizio FerriFranco Fontana, Andrea JemoloMimmo Jodice. Insieme alla proiezione di spezzoni tratti da pellicole di Roberto RosselliniFederico Fellini, Vittorio De Sica, Michelangelo Antonioni dedicati al Palazzo, al quartiere Eur e alla città eterna.

A oltre settant’anni dalla sua creazione, il palazzo ritorna a vivere. Karl Lagerfeld, Silvia Venturini Fendi, Marco De Vincenzo e altri 60 designer raccoglieranno le idee – e le trasformeranno in bozzetti, e poi in sogni indossabili – al sesto piano dell’edificio.

Karl Lagerfeld

Photo Courtesy Fendi.com

Un anno d’oro per Fendi, che ha regalato a Roma anche il restauro della Fontana di Trevi, riaperta il 3 novembre dopo 17 mesi di lavoro. È stato anche l’anno del debutto nell’alta moda con la prima collezione haute furrure, e della pubblicazione del volume FENDI by Karl Lagerfeld per celebrare i cinquant’anni d’amore tra il Kaiser della moda e la maison italiana. Sempre alla ricerca di materiali preziosi ma innovativi, di volumi esagerati o asciutti, di morbidezza, disinvoltura e vestibilità. All’insegna della doppia F: Fun Fur!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Google+ Comments

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Bad Behavior has blocked 220 access attempts in the last 7 days.