Moda — 19 febbraio 2012 at 19:33

Anna Wintour for Obama

by

Cosa succede quando il sistema moda si affaccia con stile e determinazione nel mondo della politica? Il risultato dell’incontro genererà sicuramente vere e proprie faville.

E questo lo sa bene Mrs Anna Wintour, a capo di Vogue America edirettore editoriale più spietato del mondo, che, a distanza di 4 anni dalla prima, ha pensato bene di riproporre la nuova campagna elettorale per la rielezione del Presidente degli States Barack Obama.

Il nuovo evento si affaccia nel fashion system in concomitanza della settimana della moda di New York e giunge come naturale prosecuzione della campagna originaria di supporto al candidato democratico per le Presidenziali del 2008 intitolata “Runway to change” presentata sempre dalla stessa Wintour e che ha senza dubbio procurato una cospicua fortuna all’ascesa politica di Obama.

Runway to win” è il lungimirante nome del secondo “inno di incoraggiamento” alla prossima vittoria elettorale di Barack Obama targato Wintour e della strategica operazione con cui la direttrice della “Bibbia dello stile” nel mondo esce allo scoperto dichiarando senza mezzi termini la sua innata fede democratica.

Quindi ecco che a sostegno della prestigiosa causa sono stati chiamati dal direttore di Vogue in persona un golden team di 20 designers contemporanei tra i più influenti di questo periodo: si va da StellaMc Cartney a Derek Lam, da Vera Wang a Tory Burch e Rachel Roy, da Marc Jacobs a Diane Von Furstenberg.

Tutti coinvolti dalla Wintour, che ha loro chiesto di creare ad hoc dei pezzi unici che sono stati poi resi noti nel corso dell’esclusivo party presentato insieme all’attrice Scarlett Johansson esvoltosi il 7 febbraio scorso presso il Theory, nel Meatpacking District di New York, al quale hanno presenziato diversi personaggi della moda e dello showbiz.

La very special collectionè stata poi presentata tramite un’anteprima sul web, dove sono ancora acquistabili, nonostante la maggioranza sia comunque andata in breve tempo sold out.

Tutti i capi disegnati per l’iniziativa si contraddistinguono comunque per l’alluresportiva e piuttosto cheap: infatti i prezzi, davvero “easy”, dei vestiti e degli accessori oscillano tutti tra i 45 e i 95$.

Ogni articolo è un piccolo tributo creativo alla nazione americana firmato da ognuno degli stilisti partecipi al progetto: La Von Furstenberg ha disegnato una borsa rossa, bianca e blu, la “Love bag”, che richiama chiaramente i colori della bandiera americana con i cuoricini al posto delle stelle, Marc Jacobs, invece, una semplice t-shirt da 30 euro su cui campeggia lo slogan breve ma efficace: “I vote Obama”, mentre Rachel Roy ha optato per un top bianco con una bandiera stampata.

L’auspicio è che si riescano a raccogliere i fondi necessari alla campagna elettorale di Obama ma che allo stesso tempo, quest’evento raccolga lo stesso successo delle precedenti iniziative lanciate dalla fashion icon in persona, che, consapevole di incarnare il simbolo del potere mediatico della moda sulle masse, riesce sempre e comunque a dettare stile e a far parlare di sé.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Google+ Comments

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Bad Behavior has blocked 312 access attempts in the last 7 days.